Fai Vicenza. Alla Morato Pane si rinnova il contratto integrativo

Lunedì, 10 luglio 2017

Dopo più di 8 mesi di trattative è stato sottoscritto il rinnovo dell’accordo integrativo della Morato Pane, azienda di Altavilla Vicentina con 232 dipendenti, tra le più importanti nel panorama nazionale del settore della panificazione e leader a livello regionale per dimensioni e capacità produttive. Molte le novità del contratto. Per quanto riguarda la conciliazione vita – lavoro, oltre all’esonero dai turni notturni per i genitori single fino ai 13 anni di età del figlio, particolare attenzione viene data anche al benessere organizzativo: verrà avviata infatti una collaborazione con l’Università di Padova al fine di rilevare il livello di benessere nelle diverse aree aziendali e quindi mettere in campo delle azioni ad hoc volte favorire un ambiente positivo e collaborativo. Sulla maggiore flessibilità richiesta ai lavoratori (numero dei sabati lavorati) per far fronte alle richieste sempre maggiori e diversificate del mercato, l’accordo prevede un massimo di 7 sabati lavorativi con una maggiorazione del 40% fino al quinto sabato e del 50% nei sabati successivi. Caso diverso per il periodo compreso tra novembre e dicembre, durante il quale già storicamente la necessità produttiva richiedeva maggiore flessibilità, ora numericamente normata: il lavoratore potrà infatti essere di turno per un massimo di quattro giornate tra sabati (maggiorazione del 50%) e domeniche (maggiorazione del 75%).

Rivisto infine il sistema premiale (in linea con la nuova normativa sulle defiscalizzazione): introdotto il tema del welfare e miglioramento della contropartita economica con un valore complessivo del premio pari a 1.400 € per il 2017 e 1.450 € per il 2018 (precedentemente il premio era riparametrato in base al livello di appartenenza, adesso migliora di molto il valore per i livelli più bassi).

«Credo che questo risultato frutto di una trattativa difficile, con un ruolo della Fai da protagonista anche grazie ad un buona relazione instaurata con la direzione aziendale negli anni – commenta Daniele Zambon Fai Vicenza - riesca a dare una risposta positiva ai tanti dipendenti Morato Pane anche a fronte del ritorno positivo avuto nelle assemblee con l'approvazione dell'accordo stesso»