Alimentaristi e Panettieri. Rinnovato il contratto regionale

Martedì, 18 aprile 2017

Aggiornato e prorogato fino a marzo 2019 il contratto in scadenza a marzo 2018 di Alimentaristi e Panettieri. Sottoscritto venerdì scorso, il rinnovo coinvolgerà in Veneto circa 12mila lavoratori di settore. Confermata la riparametrazione del premio per obiettivo che prevede per gli alimentaristi al terzo livello 62 euro (più 26 mensili da versare in previdenza complementare e l’una tantum di 195 euro) e per i panettieri al livello A2 14,5 euro (più 8 euro mensili da versare in previdenza e l’una tantum di 109 euro). Il premio non può essere detassato, ma differenza di prima ora è garantito a tutti; «per ridurre al minimo i costi della tassazione – spiega Andrea Zanin Fai Veneto – una parte del premio verrà versato nella previdenza complementare». Tra le altre le novità nel rinnovo: l’inserimento delle malattie lunghe con obbligo di terapie salva vita, tutti gli infortuni riconosciuti dall’Inail e la maternità al 50% (dal 1° aprile 2018 al 100%) nel calcolo del premio che è stato esteso anche agli apprendisti (dal 4° anno di contratto); oltre a questo si è provveduto all’unificazione dei fondi assistenziali forniti da Ebav per alimentaristi e panificatori «per garantire migliori prestazioni su assistenza, professionalità e formazione».